Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Guardia di Finanza alla Mens Sana Basket, tutte le foto

Riccardo Pagliantini
  • a
  • a
  • a

Tre agenti in borghese della Guardia di Finanza si sono presentati ieri mattina intorno alle ore 8 presso gli uffici della Mens Sana Basket, invitando i presenti a lasciare i locali.  Servizio completo nell'edizione del Corriere di Siena di venerdì 22 marzo.  La Procura della Repubblica di Siena ha aperto un fascicolo, ipotizzando il reato di appropriazione indebita, sulla situazione della Mens Sana Basket, che è stata esclusa dal campionato di A2 dalla Federazione pallacanestro.  Al momento non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati.  Ieri mattina la Guardia di Finanza di Siena si è presentata negli uffici della società, al piano inferiore del palasport di viale Sclavo, per acquisire documenti, tramite i quali capire quale sia la reale situazione del sodalizio della famiglia Macchi, alle prese con una situazione finanziaria molto pesante. Nessun commento è arrivato da parte della società di basket e da parte dell'amministratore delegato Massimo Dattile. L'amministratore, nominato dall'assemblea degli azionisti e in particolare dalla proprietà che fa riferimento alla famiglia Macchi, è in questi giorni impegnato nel complicato progetto di salvezza della società. L'appropriazione indebita è il reato punito dall'articolo 646 del codice penale che commette chi, per procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria del denaro o di una cosa mobile altrui, della quale abbia, a qualsiasi titolo, il possesso.