Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arrivano freddo, vento, pioggia e neve in Appennino

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Sta per cambiare tutto. Le temperature caleranno in maniera sensibile e il peggioramento meteo non finisce qui. Secondo gli esperti di 3b meteo, preceduto da una banda nuvolosa medio-alta che nelle prime ore di lunedì scorre sull'Italia centro-meridionale e produce solo qualche pioviggine, il fronte vero e proprio provocherà un peggioramento sulle regioni adriatiche con qualche pioggia o veloce temporale su basso Friuli, Veneto, coste venete e dell'Emilia Romagna. "Attesi fenomeni più intensi entro sera tra Marche ed Abruzzo, anche temporaleschi, diretti entro fine giornata a Molise e Puglia centro-settentrionale". Il sito specializzato prevede alcuni sconfinamenti alle regioni tirreniche, in particolare la sera alle zone interne del Lazio. "Poi il fronte freddo - viene spiegato - proseguirà la sua marcia verso sud conquistando martedì il Meridione. Pochi gli effetti attesi lunedì sul resto d'Italia, con la Pianura Padana che rimarrà sottovento alle Alpi in condizioni di bel tempo ma spesso ventoso e secco. Solo sulle Alpi confinali si avranno deboli nevicate oltre i 1000m." Freddo che porterà secondo 3b meteo anche la neve. L'ingresso dell'aria fredda - è specificato - che spinge il fronte sarà determinante per la quota neve sull'Appennino, prevista in calo fino a 900/1000m sul settore romagnolo e tosco-umbro-marchigiano, 1400m su quello abruzzese. La notte su martedì ulteriore abbassamento del limite pioggia-neve con fiocchi fino a 500/600m su gran parte dell'Appennino, ad eccezione di quello calabrese dove nevicherà dai 1400m.  Venti in rinforzo su tutta Italia, in particolare sui bacini occidentali dove soffierà un forte Maestrale con raffiche anche oltre gli 80km/h in Sardegna".