Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giovanni Mazzini un trombetto da leggenda

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Giovanni Mazzini: trombetto di Palazzo dei record. Con questo Palio ha suonato le chiarine per ben 140 carriere, dal 1952. Un prodigio, un orgoglio per tutti per la dedizione che ha donato alla festa di Siena senza mai dare forfait, se non per cause di forza maggiore. “Ho perso un Palio nel 1954 perché ero a fare il militare e non mi dettero la licenza ma recuperai perché quell'anno ci fu lo straordinario e così partecipai comunque a due carriere. Poi nel 1955 mi ammalai e saltai due Palii ma mi sostituì mio padre”. Mazzini è un pozzo di aneddotti: "Negli anni Cinquanta il giorno della Tratta arrivavo la mattina presto da Fonterutoli in bicicletta e il mio capo fanfara mi diceva di portare il fiasco mentre a lui toccava la trippa. Così si faceva colazione. Certo a quei tempi alle 11 di mattina la Tratta era già finita…. in tutto si portavano 13 i 14 cavalli”.