Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Kiwanis Club in aiuto della ricerca sull'autismo

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

L'esemplare attività di volontariato svolta dal Kiwanis Club Siena trova la sua valida operosità soprattutto nel dare aiuto ai bambini nati con patologie difficilmente sanabili. Per loro i kiwaniani raccolgono donazioni che a sua volta vengono donate agli studiosi che si dedicano alla ricerca per la cura delle malattie che colpiscono i piccoli “angeli” sfortunati, amorevolmente definiti “Gioielli della società”. Lucia Bovalini, del club senese, ha informato che diecimila euro raccolti dal Kiwanis, saranno consegnati al Rettore dell'Università di Siena, Francesco Frati, destinati ai biomarcatori dell'autismo. La dirigente del Kiwanis regionale toscano, Anna Fazio, ha fatto conoscere un nuovo progetto sull'autismo, con il quale il Kiwanis, sempre a fianco dei bambini, si propone di diffondere nelle scuole primarie un libro, dal titolo “Martino piccolo lupo”, che parla di autismo ed è rivolto al mondo scolastico in generale. Il volume vuole essere l'ambasciatore del Kiwanis a livello nazionale e un approccio pedagogico che contribuisce a diffondere la conoscibilità dell'autismo. Inoltre deve stimolare i bambini a parlarne tra loro e a riferire a casa i risultati appresi a scuola. Questa volta la serata associativa promossa dal Kiwanis Club Siena, ha avuto un ospite appassionatamente legato alla vita sociale della collettività: l'assessore comunale alla politiche sociali Anna Ferretti, la quale ha relazionato sulla situazione sociale nella nostra città mettendo in risalto il dramma creato dalle separazioni, dai divorzi e dalle fallite convivenze, causa dei ragazzi che rifiutano la famiglia e delle famiglie che rifiutano i ragazzi. Da questa effettiva realtà è nata la necessità di famiglie di supporto, un  impegno gravoso che si è assunto l'assessorato che lei dirige, mirato ad affrontare problemi economici e di appianamento delle conflittualità familiari, azione di non facile soluzione. A questa situazione va aggiunta l'assistenza ai disabili e l'inserimento dei ragazzi migrati, i quali hanno in più la difficoltà della lingua. Marco Fedi, ex Luogotenente Generale del Kiwanis, ha esplicitato complimenti per la buona riuscita dell'iniziativa “Sona Sona Campanina”, in collaborazione con il comitato “Amici del palio”. Nei suoi saluti, il presidente del club senese, Claudio Calderai, assertore del principio che recita “Il senso morale di una società si misura su ciò che fa per i suoi bambini”, così si è espresso: “Servire i bambini è la nostra missione di volontariato. Aiutando i bambini avremo una società futura maggiormente preparata al rispetto e alla solidarietà”