Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fises, bordate alla Fondazione Mps

Sonia Maggi
  • a
  • a
  • a

I rischi che corre la Fises con la legge Madìa provocano una raffica di bordate contro la Fondazione Mps e il suo presidente Marcello Clarich. A puntare il dito sono gli esponenti di Società aperta con in testa Mauro Marzucchi, Siena attiva e il vicesindaco Mancuso, oltre a Siena Doc. La legge Madìa obbliga i comuni a dismettere le partecipazioni pubbliche nelle aziende, la cui missione non sia legata alle attività direttamente funzionali degli ente locali, sono escluse le finanziarie regionali ed è prevista la possibilità di chiedere esenzioni per quelle locali come la Fises. Un'azione che va perseguita con tenacia e decisione considerando l'enorme importanza rivestita dalla Fises per la nostra città e per le piccole e piccolissime aziende, che sono state sostenute nell'accesso al credito spesso negato dalle banche. "Stupisce - sottoliena Società aperta - che la Fondazione Monte dei Paschi di Siena non sia in prima linea a sostenere la richiesta di esenzione. Chiediamo a Clarich se si sente ancora rappresentativo di una comunità che gli ha affidato la Fondazione non certo per vedere ostacolata la possibilità di rilancio. Nel caso contrario l'istituto delle dimissioni può essere praticato, e magari incentivato da quei Deputati della Fondazione che hanno a cuore gli interessi del territorio senese”.