Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anche Crespi vuole salvare la Mens Sana

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Siena rimane sotto la pelle a chi ha indossato la maglia biancoverde, ma anche a chi ha mulinato la lavagnetta, ha mandato baci e mani sul cuore al pubblico e se ne è andato piangendo lacrime amare. Così tra i tifosi pronti a partecipare economicamente a un eventuale azionariato popolare, o a qualsiasi altra iniziativa per salvare la Mens Sana, spicca il nome di Marco Crespi. Ha detto sì alla chiamata della pagina Facebook "Salviamo la Mens Sana". Non è un caso di omonimia: è proprio il coach del #Somethingdifferent, quello dello scudetto sfiorato da una società già morta e condannata a sparire. Adesso è alla guida di Verona, nell'altro girone di A2, e magari le strade potrebbero incrociarsi nei play off. Ma agli affetti non si comanda: aiutare il gonfalone biancoverde va oltre le appartenenze e il professionismo. E' appunto una questione di pelle.