Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Commosso addio al nostro caro Piero

Sonia Maggi
  • a
  • a
  • a

Una folla, commossa e composta, ha affollato oggi 21 novembre a Castelnuovo Berardenga la chiesa dei Santi Giusto e Clemente per l'ultimo saluto a Piero Ruffoli, il bullettaio doc che sapeva incantare con le sue parole, qualunque fosse l'argomento di cui trattava. Don Vezio ha raccontato che il maestro-giornalista, sempre pieno di vita, si rammaricava negli ultimi tempi di non poter più fare tutte le cose che voleva, e con questo ha strappato un sorriso agli intervenuti, tra i quali spiccavano sindaci di oggi e di ieri, come Fabrizio Nepi e Luca Bonechi. Volti tirati e affranti anche per i suoi eterni amici del Siena Michele Mignani, Stefano Argilli, Simone Vergassola, Ruggero Radice e Stefano Osti, storico segretario bianconero. Il Bar Centrale, che è rimasto chiuso per tutta la durata della cerimonia, ha messo fuori la bandiera del Berardenga listata a lutto. Nel frattempo il Commissario tecnico della Nazionale Antonio Conte, tramite gli amici senesi Paolo Saracini e Andrea Bellandi, ha fatto pervenire le proprie condoglianze alla famiglia Ruffoli e ha ricordato Piero come un amico, prima che un professionista. Un giornalista con cui ha avuto un rapporto speciale, di grande amicizia e condivisione dell'idea di calcio, capace di commenti sempre attenti e mai banali, conditi dalla sua simpatia e dalla sua umanità.