Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'abbraccio di Siena alla presidente Laura Boldrini

Sonia Maggi
  • a
  • a
  • a

La presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini è arrivata a Siena oggi pomeriggio (6 nvembre). Ha parlato di rifugiati, ricordando il suo impegno durato venticinque anni alle Nazioni Unite. Si è rivolta ai tanti giovani studenti venuti ad ascoltarla. Gli ha detto di coltivare sogni, di lavorare perché l'Europa possa essere differente, che possa essere una Europa di inclusione e non un continente di muri e di divisioni. “Questo è quello che dovete raggiungere - ha detto ai molti ventenni in sala, nell'aula magna del rettorato -. Il nostro obiettivo, ragazzi e ragazze  degli anni Sessanta, era quello di lavorare sui diritti sociali e civili. Voi invece dovrete lavorare per costruire gli Stati Uniti d'Europa”. E' venuta a Siena per presentare il suo libro "Lo sguardo lontano" e ha firmato molte copie. Ricevuta con grande calore dal mondo accademico e tanti studenti. Ma non è mancata la contestazione. Una contestazione tutta politica. In Banchi di Sotto, a pochi metri dall'ingresso del rettorato, erano infatti presenti una ventina di militanti della Lega nord, di Fratelli d'Italia e di Casaggì Siena, che hanno  messo in scena una contestazione pacifica e non plateale. Alcuni di loro “indossavano” delle sagome di cartone. In una di queste c'era scritto: “Esternalizzato Mps”. In un'altra: “Licenziato di Siena Biotech”. E poi ancora: “Licenziato di Enoteca Italiana”, “Futuro disoccupato” ed “Esodato”.