Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paci: "Non è stato corretto far partire soltanto due serie di finale. Ora vogliamo il palazzo pieno"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Gara1 delle finali di basket serie B tra Mens Sana e Cecina si avvicina e Paolo Paci (che tra l'altro è un ex dei tirrenici), come i suoi compagni, sta scalpitando. “Non vediamo l'ora - confessa - di cominciare a giocare per toglierci di dosso la pressione e un po' di ansia che ci è venuta in questo periodo davvero anomalo, vissuto con più allenamenti che partite. Aver fatto partire soltanto due serie di finale non è corretto, per fare le cose in maniera giusta avrebbero dovuto farle slittare tutte e 4. In questo modo, invece, a Forlì ci saranno 2 squadre più riposate e altre 2 che hanno finito di giocare più tardi. Comunque non pensiamo a questi problemi, è bene focalizzarci su quello che ci attende senza farci venire ulteriori mal di testa”. Che cosa bisogna aspettarsi dalle sfide con la Gr Service? "I precedenti in campionato ci insegnano che avremo di fronte un'avversaria tosta, aggressiva, che sa come fare il lavoro sporco. Ce la metteremo tutta per uscirne vincitori, l'importante sarà rimanere sempre uniti e convinti dei nostri mezzi, senza farci prendere dal panico se qualcosa non andrà come vogliamo. So che Siena questa cosa la sente e, con la prospettiva di poter lottare per tornare in serie A, spero che ci sarà un palazzo pieno e caldo, perché quando c'è la bolgia noi in campo lo sentiamo, ci spinge a dare ancora di più e, se necessario, ad andare oltre i nostri limiti”. L'intervista completa è sul Corriere di Siena del 31 maggio 2015