Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grave infortunio a fantino, polemiche sulla pista di Monticiano

Sonia Maggi
  • a
  • a
  • a

Chi voleva avere risposte le ha avute sabato mattina, 9 maggio,  nella pista “Il Tamburo” di Monticiano. “Questa pista era bella solo la prima giornata di corse - afferma Osvaldo Costa - poi non è stata mantenuta”. Non è l'unico a pensarlo. “Chi di dovere dovrebbe dire di fermare le corse - urla Jonatan Bartoletti - ho trovato difficoltà anche io”. A far esplodere la scintilla la caduta di Federico Arri su Oneglia de Ozieri, durante la quinta corsa, dopo il cedimento di Elias Mannucci su Osvaldo. Caduta che ha provocato anche il volo di Giosuè Carboni su Istriceddu che ha travolto Federico Arri rimasto a terra. Carboni si rialza subito, Mannucci è zoppicante, mentre Arri rimane a terra comunque cosciente. Preoccupazione da parte di tutti, la fidanzata Giulia corre verso di lui, tanta la paura che ha provato nel vederlo cadere. Necessario l'intervento dell'elisoccorso Pegaso che l'ha trasferito in ospedale. Dopo vari accertamenti sono state diagnosticate al fantino varie contusioni e fratture, ma non è in pericolo di vita, dovrà rimanere comunque in ospedale ancora oggi per ulteriori accertamenti. Intanto la tac effettuata ieri pomeriggio ha dato buone notizie e riscontri positivi. Dopo la sfortunata corsa e un'ora di attesa, molti fantini hanno deciso di non correre la successiva, come Jonatan Bartoletti, Carlo Sanna, ed Enrico Bruschelli.