Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, la sede incompiuta della Provincia diventerà un edificio scolastico: c'è l'accordo con il Comune

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Nuova vita per l'edificio di viale Sardegna, di proprietà della Provincia che, in un primo momento, voleva farne la propria sede. Dopo varie vicissitudini e confronti con il Comune, sarà destinato a uso scolastico, risolvendo i problemi dell'istituto Monna Agnese, attualmente diviso in tre sedi. "Da parte del presidente dell'amministrazione provinciale Silvio Franceschelli - spiega l'assessore comunale all'istruzione Paolo Benini - c'era già l'intenzione di arrivare a questa soluzione, ma la contraddizione era che il complesso era tra i beni alienabili dell'ente, bloccando di fatto ogni iter. Gli abbiamo chiesto di toglierlo da quella lista, lui lo ha fatto e adesso può essere destinato a funzione pubblica, quale sede scolastica". Serviranno interventi urbanistici per adeguare l'area, ma il passo più complicato è stato fatto. Così si conclude la vicenda di un palazzo di cui si è occupata anche Striscia la notizia, il cui progetto preliminare è addirittura del 2002, quello esecutivo del 2005. Negli anni l'esborso era arrivato a una previsione di spesa di circa undici milioni, ma già nel 2013, stante i tagli ai bilanci, l'amministrazione provinciale decise di bloccare il cantiere, ultimando comunque la struttura portante in previsione di un uso diverso da quello originario. Successivamente si è sommata la riforma Delrio, che ha portato le amministrazioni provinciali a diventare “enti di secondo grado”, con tagli anche al personale, trasferito in gran parte alla Regione. Riforma che poi si è arenata sul referendum del 2016. Per approfondire leggere qui