Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova Robur, il tempo stringe: 4 agosto ultima chiamata per la D

default_image

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Nuova Robur: è necessario stringere i tempi per non rischiare di finire nel baratro e non iscriversi nemmeno alla serie D. Sarà una corsa contro il tempo per il sindaco Bruno Valentini e soprattutto Antonio Ponte che al momento resta il più probabile candidato a ricevere dal primo cittadino il via libera per la nuova società. Il finanziere italo-svizzero ha costituito la Robur Siena srl dal notaio Stefano Cambiaggi e punta inizialmente ad avere l'intero pacchetto azionario per poi, una volta partito il progetto, aprirsi a nuovi soci. Ma andiamo per ordine. Le condizioni necessarie per l'iscrizione alla serie D, che dovranno essere presentate entro il 4 agosto alle ore 12 (comprensive del bonifico di oltre 300mila euro) sono chiare: l'indicazione dei soci, l'istanza di affiliazione alla Figc, un business plan attestante la sussistenza dei requisiti organizzativi, patrimoniali e finanziari nonché un piano triennale delle attività. L'intera documentazione dovrà essere accompagnata da una lettera motivata di accreditamento della società a firma del sindaco di Siena, “mediante la quale l'amministrazione comunale dovrà manifestare il gradimento verso il progetto e la conferma della sua serietà”. Antonio Ponte con il suo legale anche sabato è stato al lavoro per definire tutti gli aspetti, anche burocratici della vicenda ed essere pronto con tutta la documentazione già domani pomeriggio. Il sindaco Bruno Valentini potrebbe così dare il via libera all'operazione nella giornata di martedì anticipando di un giorno la scadenza e permettendo di avere più tempo a disposizione per completare tutti gli incartamenti. Dopo il ritiro di Siena 2019, la società di Antonio Ponte è diventata il soggetto maggiormente favorito a far nascere la nuova Robur. Anche i suoi costanti contatti con il sindaco e la sua continua presenza in città, oltre alla tifoseria schierata apertamente a suo favore, dovrebbe portare ad una soluzione favorevole. Tuttavia il sindaco non ha chiuso le porte anche agli altri gruppi che si sono presentati in Comune. In particolare quello che faceva capo ad Uber Manfredini, ex giocatore del Siena. Con lui ci sarebbero due imprenditori molto legati al mondo del calcio di serie A e del giro della Nazionale oltre ad un ex direttore sportivo molto conosciuto. A quanto pare la cordata avrebbe anche messo a punto un progetto triennale ambizioso e, dopo l'incontro avuto con Ponte giovedì scorso, ci sarebbero presupposti e interessi da ambo le parti a trovare un accordo di collaborazione e dividere le azioni della nuova Robur.