Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Verso il Palio di Siena, il fantino Turbine: "Il 2020 deve essere per me l'anno della svolta"

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

“L'anno della svolta”. E' il mantra di Elias Mannucci. Turbine, classe 1991, sa bene però che alla volontà e determinazione deve far seguito molto altro. Gli alibi sono finiti se vuole che il 2020 diventi quello della consacrazione. Sei Carriere alle spalle, tre cadute. La fiducia di Leocorno (che lo ha fatto debuttare nel 2015), Istrice, Chiocciola e Torre sono esperienze di grande impatto per la Piazza. Alla sua qualità in partenza fa da contraltare la caratteristica di utilizzare traiettorie larghe, aspetti tecnici che ha valutato bene e che ora vuole equilibrare: “Sicuramente – spiega Mannucci – c'è sempre da lavorare per migliorarsi. Ma il mio obiettivo è quello di crescere in generale, non solo in un solo aspetto. E migliorarsi riguarda sia i pregi sia i difetti. L'esperienza in questo caso serve”. L'intervista completa sul Corriere di Siena in edicola il 18 febbraio 2020.