Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, commenti omofobi sui social per il Toscana Pride. In cinque finiscono a processo per diffamazione

default_image

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Insultarono su Facebook con commenti omofobi un partecipante al Toscana Pride svoltosi a Siena nel 2018: per cinque senesi scatta il processo con l'accusa di diffamazione mezzo social. Vittima degli insulti un cittadino del Valdarno che si era vestito da angelo ed è stato fotografato e postato su Facebook a sua insaputa da un ex esponente della Lega senese, mentre a piedi in fondo a Via Garibaldi si recava alla parata. Fra i commenti alla foto numerosi improperi omofobi e insulti: “Mi hanno paragonato a una gallina e dato del malato mentale” racconta.  A giudizio dinanzi al giudice monocratico Jacopo Rocchi andranno 5 dei 6 autori delle offese residenti a Siena identificati, destinatari di un decreto penale di condanna (pecuniaria) cui hanno fatto opposizione, altri, residenti tra Pisa e Udine, risultano ancora indagati.