Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, tante soddisfazioni per lo scultore Inglesi che spera di poter realizzare un'altra volta il Palio

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

L'anno che si è appena concluso ha visto lo scultore senese Alberto Inglesi molto attivo nel suo territorio, con l'allestimento di mostre e la realizzazione di nuovi lavori di grande spessore artistico. Spicca, in particolare, l'esposizione nel centro storico di Siena denominata “Donna in cammino”, con circa quaranta opere dislocate in un percorso cittadino che, partendo da piazza San Domenico, arrivava in piazza del Duomo dopo aver toccato vari punti della città. Per approfondire leggi anche: Donna in cammino, una mostra, una vita, un traguardo sperato A San Quirico, invece, ha realizzato le Brocche dell'Imperatore per la 59esima festa del Barbarossa, mentre il Comune di Montalcino gli ha affidato l'incarico di realizzare un'opera da destinare al quartiere primo classificato nel 57esimo torneo di Apertura delle cacce. Inglesi, però, ammette senza timori che la sua aspirazione più grande resta realizzare uno dei drappelloni per il Palio di Siena, 25 anni dopo quello del 16 agosto 1995 vinto dal Leocorno.