Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, l'ex sindaco di Pienza torna in tribunale per la quercia delle Checche

default_image

Riccardo Pagliantini
  • a
  • a
  • a

E' ripreso giovedì 23 gennaio di fronte al giudice Simone Spina del tribunale di Siena la seconda udienza relativa al ricorso presentato contro la condanna inflitta il 24 maggio 2019 all'ex sindaco di Pienza Fabrizio Fè e al responsabile dell'area tecnica Riccardo Fè, per il caso riguardante la Quercia delle Checche. La condanna ha riguardato le omissioni per non aver adottato gli interventi necessari per la sicurezza e la conservazione della una bellezza naturale costituita dalla pianta monumentale, vittima di due cedimenti.  In aula sono stati inoltre convocati in qualità di testimoni l'allora portavoce e coordinatrice dei gruppo di intervento locale SOS Quercia delle Checche Nicoletta Innocenti, e dal pubblico ministero, il tenente colonnello Alessio Brogi, comandante del nucleo investigativo della polizia ambientale, dei carabinieri forestali di Siena che condusse le indagini all'epoca dei fatti. Sono inoltre stati sentiti in qualità di testi indicati dalla difesa dell'ex sindaco e del tecnico comunale Maria Alice Fiordiponti segretario comunale e Alessandro Goracci figura tecnica del Comune di Pienza.