Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena: "Ci occorre un operaio senza disabilità", la società Monteriggioni Ad 1213 spiega l'allontanamento

Esplora:

Riccardo Pagliantini
  • a
  • a
  • a

“Il dipendente Marco Galigani fino a oggi non aveva fatto alcuna comunicazione ufficiale in merito alla sua disabilità e che lo stesso non era stato assunto come categoria protetta nella stessa società Monteriggioni Ad 1213, ma come operaio generico che doveva essere abile ed idoneo al 100 per cento”. Andrea Ferrini (nella foto), amministratore unico della società Monteriggioni Ad1213 interviene per spiegare i motivi che hanno portato al licenziamento del dipendente. “Decisione - continua - avvenuto a seguito di una visita medica effettuata da Marco Galigani, nel rispetto dei termini di legge al rientro di un periodo di lunga degenza da cui emergeva che il dipendente era parzialmente idoneo per le mansioni per cui era stato assunto, ma nella pratica impossibilitato a svolgere la mansione. La società Monteriggioni Ad 1213 invece, ha bisogno di una persona idonea al 100%, dal momento che quel lavoro viene svolto da una sola figura e deve essere effettuato nel rispetto dei contratti sottoscritti con il Comune di Monteriggioni".  Marco Galigani, che conferma una disabilità al 35 per cento prima ancora dell'incidente stradale subito, aveva spiegato come il 7 gennaio gli fosse arrivata una raccomandata in cui gli veniva comunicato il licenziato perché non avevo più il 100% di idoneità per fare la manutenzione del verde. L'operaio era impiegato dal 2006 nella società di servizi. Disabilità che si è aggravata lo scorso mese di marzi dopo che Galigani è stato investito da una macchina mentre era in bicicletta. Il 30 dicembre la visita medica dalla quale l'operaio risulta idoneo alla mansione di addetto per la manutenzione del verde ma con limitazioni.