Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Per la Virtus Siena la Coppa Toscana resta un trofeo stregato: la corsa si ferma in semifinale contro Arezzo

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Niente da fare: la Coppa Toscana, per la Virtus, resta una competizione stregata. La società, che ha in bacheca ben due Coppe Italia di Lnp, non riesce a conquistare questo trofeo: stavolta la corsa nelle Final 4 di Arezzo si ferma in semifinale contro i padroni di casa, che si impongono 81-68. L'avvio molto equilibrato fa pensare che ci sarà battaglia, Imbrò è particolarmente ispirato in attacco, ma sul finire del primo quarto gli aretini danno uno strappo che si rivelerà fatale. Con una difesa disattenta e poco efficace, i senesi sprofondano in doppia cifra di ritardo, Bovo fa qualche tentativo di risvegliare i compagni, ma nella ripresa viene raggiunto anche il -26. Nell'ultima frazione, uno scatto di orgoglio riapre il discorso, la difesa finalmente compatta e una mano felice in attacco mettono i senesi in grado di scoccare la tripla del -5 a 3 minuti dalla fine. Il pallone non entra e il sogno finisce qui. Arezzo gestisce e allunga fino al +13 conclusivo che vale la finalissima con Legnaia.