Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tittia vero protagonista alla cena dei barbareschi

(Foto Brocchi)

Per il secondo anno consecutivo la donazionedel fantino andrà alla Legatumori di Siena

Gaia Tancredi
  • a
  • a
  • a

Un solo protagonista in una serata dalle mille sfaccettature. Giovanni Atzeni detto Tittia, grazie al cappotto conquistato sul camponel 2013, è stato l'unico fantino celebrato durante la Cena di barbareschi che si è svolta sabato sera al ristorante da Guido, preceduta da un aperitivo nella sala della Lupe di palazzo pubblico. Organizzata da Mirko Gentilini e da Filippo Favilli, rispettivamente barbareschi vittoriosi dell'Onda e dell'Oca, la cena è stata l'occasione per ripercorrere i momenti più significativi e rappresentativi di tutta l'annata paliesca, una maniera anche per assegnare il giusto merito a quel lavoro costante e appassionato che tutti i barbareschi riservano alla contrada, al cavallo, alla stalla, quel lavoro che compare poco sotto i riflettori, ma senza il quale sarebbe impossibile immaginare il flusso costante della nostra festa. Servizio integrale nel Corriere di Siena del 27 gennaio 2014