Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, droga nelle scuole superiori, un messaggio in codice per avvertire dei controlli della polizia

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Il Questore Capuano ha disposto l'intensificazione dei servizi antidroga in collaborazione con le Dirigenze Scolastiche, all'interno degli istituti superiori. Nei giorni scorsi i poliziotti della Squadra Mobile hanno effettuato un servizio specifico in una scuola secondaria di secondo grado di Siena, insieme alle unità cinofile, soprattutto a scopo preventivo. Irvin, il cane poliziotto “in servizio” presso la Questura di Bologna, insieme al suo conduttore, ha fiutato bene e non ha perso un colpo. Durante i controlli dei poliziotti, svolti direttamente in classe con la supervisione dei docenti, il pastore tedesco ha, infatti, individuato un giovane che, subito dopo, è stato trovato in possesso di una modica quantità di marijuana nascosta addosso. In un'aula è stata, inoltre, trovata della marijuana appena sbriciolata sul davanzale, mentre in un'altra classe i poliziotti hanno rinvenuto un piccolo quantitativo di hashish. Dai telefoni dei ragazzi, visionati dagli agenti, è emerso che non appena era stato avvistato Irvin nei pressi della scuola, c'era stato un immediato tam tam mediatico, con diffusione di messaggi tra gruppi WhatsApp che avvisavano dei controlli. “BAO BAO” è, infatti, il messaggino che è circolato immediatamente, segno evidente che tra i giovani, ormai organizzati sulla Rete, è molto diffuso il consumo di droghe. La droga, peraltro, è stata trovata in tre differenti classi, frequentate da ragazzi con un età compresa tra 14 e 17 anni.