Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, le modifiche al Regolamento del Palio

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Entrerà in vigore con l'inizio dell'anno contradaiolo (1 dicembre), ma è realtà il nuovo Regolamento del Palio. Lo ha approvato in maniera definitiva il consiglio comunale all'unanimità, dopo il primo vaglio dello scorso giugno, che ha seguito il lavoro effettuato dalla specifica Commissione, nata a dicembre del 2018. Rispetto alle modifiche già approvate a giugno (le più importanti riguardano la giustizia paliesca, con l'introduzione, di fatto, di tre gradi di giudizio), la novità più importante di questa seconda revisione è quella relativa all'articolo 92, che riguarda la giustizia paliesca e in particolare la redazione delle relazioni dei Deputati della Festa. Nell'articolo, come ha spiegato il primo cittadino Luigi De Mossi, è stata inserita la possibilità di “sentire, su sollecitazione del Sindaco, il Comandante della Polizia Comunale”, oltre a Priori e/o i Capitani delle Contrade, il Mossiere e, su specifici atti, i fantini”. Altre novità riguardano l'articolo 100 che riguarda “la penalità dell'esclusione di Fantini o di Contrade dal partecipare al Palio in corso”, ritenuta “di tale gravità da rendere necessaria tale esclusione”, provvedimento che “viene adottato d'urgenza dall'autorità comunale”: l'articolo ha subito in sostanza una revisione solo lessicale, ma non nella sostanza. La nuova approvazione in consiglio comunale si è resa necessaria poi per ratificare gli articoli 37 e 38, che sono entrati in vigore in via sperimentale già in questa annata paliesca e riguardano il maggiore coinvolgimento dei Capitani nella selezione dei cavalli da parte dei veterinari.