Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'arcivescovo di Siena attacca il decreto sicurezza bis

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Monsignor Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena, attacca il decreto sicurezza bis e si schiera al fianco dell'arcivescovo di Lucca. Dichiara al Corriere Fiorentino: "Comprendo le ragioni di quanti, come l'arcivescovo di Lucca, si oppongono. Le loro critiche le condivido, anche se a me quello che soprattutto preoccupa è l'onda emotiva che lo ha reso possibile. Vedo paura e preoccupazione nella gente, e questo sì mi angustia molto: è il tarlo del nostro tempo". Ed ha aggiunto: "Se il nostro riferimento è il Vangelo i cristiani devono aprire il cuore all'accoglienza, purché intelligente, misurata, come ha sottolineato il Papa, sulle nostre possibilità". Ed anche a Vaticano News Lojudice ha spiegato: "La situazione di oggi è il frutto di una cattiva gestione del flusso migratorio fatta anche negli anni passati. Io direi di rileggerci un po' il Vangelo, e di chiederci come possiamo fare una vera ed intelligente accoglienza, come spesso ha detto il Papa. Anche per distinguere i vari momenti di una situazione del genere: il momento dell'emergenza, il momento dell'accoglienza, il momento del percorso di integrazione, possibilmente non traducendolo solo in termini economici facendo passare l'idea che si aumentano le tasse “per colpa degli immigrati”.