michele cucuzza bianco e nero

FUORI DAL VIDEO

La mafia non governa Palermo

14.07.2017 - 11:24

0

Ferma condanna nei confronti di questi gesti ignobili che offendono la storia e la vita presente di Palermo.
Una conferma di apprezzamento per il camminodi cambiamento che stanno vivendo la città e, al suo interno, lo Zen: ripeto sempre che lo Zen è Palermo e Palermo è lo Zen. E, ancora, apprezzamento per quel che fanno insegnanti e genitori della scuola ‘Falcone’ che non a caso ha impianti sportivi che farebbero invidia a qualunque città italiana.
Quanto è successo è la conferma che qualcuno non ha capito che Palermo è cambiata”.
Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, manifesta sdegno ma anche fiducia mentre reagisce al duplice oltraggio dell’altro giorno alla memoria di Falcone e Borsellino (staccata la testa del busto del giudice davanti all’istituto comprensivo a lui intitolato allo Zen , uno dei quartieri più degradati della città, incendiato il ritratto dei due magistrati nella scuola “De Gasperi” in centro ). E’ la quinta volta che la statua di Falcone viene danneggiata in quella scuola, mentre l’atto vandalico contro il poster dei due magistrati è avvenuto nel salotto buono di Palermo: teppismo o consenso mafioso tra i giovani? “Un dato è certo: la mafia non governa Palermo” risponde Orlando “la cultura mafiosa non governa Palermo, esistono ancora, certamente, alcune sacche di resistenza di chi non ha capito che il tempo è cambiato.
La reazione di Palermo è stata molto chiara: come Città metropolitana, insieme con l’Associazione nazionale magistrati, stiamo predisponendo un grande murales con Falcone e Borsellino che coprirà l’intera facciata dell’Istituto nautico palermitano. E proprio lunedì, in occasione della festa di Santa Rosalia, abbiamo inaugurato un’infiorata nel sagrato della cattedrale con le immagini dei due giudici: la vera città è questa, qualcuno nascondendo il volto si comporta da incivile, senza capire che il suo tempo è finito”. Però allo Zen nessuno ha espresso solidarietà agli insegnanti e al personale dell’istituto: “in realtà ho ricevuto decine di telefonate di condanna da parte di cittadini di quel quartiere.
La vogliamo smettere di considerare lo Zen una terra perduta?”.' Qui i toni del sindaco si fanno più duri: “quello che accade allo Zen capita anche nei quartieri di Roma e di Milano e nelle zone centrali di Palermo: ci sono barbari, incivili, selvaggi e qualche volta anche mafiosi: non a caso Roma capitale è capitale anche di mafia”.
Che cosa rappresentano, allora, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino allo Zen?
“Punti di riferimento, indicazioni di un riscatto possibile.
Quando recentemente le forze di polizia hanno arrestato decine di malfattori dello Zen, io che conosco il quartiere ho visto la faccia soddisfatta degli abitanti, perché loro stanno dalla parte della legalità. E’ questo il tema vero”.
Più in generale, possiamo escludere che la mafia abbia ancora consenso a Palermo?
“La mafia avrà consensi ma certamente non ha consenso: avrà consensi in gruppetti di personaggi che si ostinano a credere che il mondo non è cambiato.
Qualcuno di questi, in giacca e cravatta, opera in qualche banca di Roma, Amburgo o Berlino. Magari utilizzando nomi diversi da Calogero o Salvatore”.
Cosa farete per proteggere quel busto di Falcone?
“'D’accordo con l’autore, Sirio De Ranieri, stiamo organizzando il restauro della statua. Mi auguro che le altre scuole italiane prendano esempio dalla ‘Falcone’ e che gli abitanti dei quartieri delle grande città italiane prendano esempio da chi vive allo Zen”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Oltre 500 bambini delle contrade di Siena sfilano con Babbo Natale
L'INIZIATIVA

Oltre 500 bambini delle contrade sfilano con Babbo Natale VIDEO

Oltre 500 bambini delle 17 contrade di Siena hanno sfilato questa mattina, 15 dicembre 2019, nel Corso della città. Ad aprire il corteo Babbo Natale sopra ad un calesse e dietro i tanti "cittini" delle sezioni Piccoli con i fazzoletti e il dono da allestire nel grande albero di Natale all'interno del Cortile del Podestà. Presente anche il rettore del Magistrato delle Contrade, Claudio Rossi. ...

 
Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti
Televisione

Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti

Durante la puntata finale di Tu si que vales, il programma Mediaset del sabato sera di Canale 5, ha fatto piangere Belen Rodriguez e Gerry Scotti. E probabilmente anche molti telespettatori non sono riusciti a trattenere le lacrime davanti all'esibizione e alla storia di Gabriele Andriulli, il concorrente a cui poi la giuria composta da Maria De Filippi, Teo Mammucari, Rudy Zerbi e lo stesso ...

 
Siena, dopo il cinghiale altri animali selvatici in aree abitate.  Il video di due giovani caprioli
Il caso

Dopo il cinghiale altri animali selvatici in aree abitate. Il video di due giovani caprioli

Due giovani caprioli a passeggio nella Strada del Mandorlo, poco fuori il centro storico di Siena. A riprenderli è stata una coppia senese che poi ha postato il filmato fu Facebook. I due caprioli, molto giovani, non sono affatto spaventati dalla presenza delle persone. Ormai accade sempre più spesso che gli animali selvatici si avvicinino ai centri abitati, ed anche al cuore della città. E' di ...

 
Siena illumina il palazzo pubblico con le luci del videomapping, pubblico entusiasta in piazza del Campo
Siena

Pubblico entusiasta in piazza del Campo
per le proiezioni in 3D sul palazzo pubblico

Grande successo per lo spettacolo di luci del videomapping che trasforma il palazzo pubblico di Siena in uno schermo magico che sabato 14 dicembre, alla "prima" assoluta, ha introdotto il numeroso pubblico, presente in piazza del Campo, in un mondo incantato fatto di colori, montagne, suoni, un trenino, pupazzi di neve e, ovviamente l'immancabile saluto di Babbo Natale. Il tutto fa parte delle ...

 
Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti

Televisione

Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti

Durante la puntata finale di Tu si que vales, il programma Mediaset del sabato sera di Canale 5, ha fatto piangere Belen Rodriguez e Gerry Scotti. E probabilmente anche molti ...

15.12.2019

Il Collegio 4, Mariana Aresta cacciata di casa dal padre perché gay

personaggi tv

Il Collegio 4, Mariana Aresta cacciata di casa dal padre perché gay

I giorni felici e spensierati che l'hanno vista protagonista nella quarta edizione del "Il Collegio" sono ormai solo un lontano ricordo per Mariana Aresta, che sul proprio ...

15.12.2019

Video Enrica Musto, bella e bravissima. Sogni, idoli e amicizie della vincitrice di Tu si que vales

Televisione

Enrica, bravissima e bella. Sogni, idoli e amici della vincitrice di Tu si que vales

Si chiama Enrica Musto, ha 21 anni, studia canto lirico da quando ne aveva 12. E' la vincitrice dell'edizione 2019 di Tu si que vales, show Mediaset in onda su Canale 5, ...

15.12.2019