michele cucuzza bianco e nero

FUORI DAL VIDEO

La violenza che continua a sfidarci

26.05.2017 - 18:59

0

E' certamente necessario tenere alto, ai massimi livelli, anche in Italia il livello di guardia, di prevenzione nei confronti della minaccia rappresentata dal terrorismo jihadista, soprattutto dopo la strage di Manchester.
Un'esigenza che tuttavia non deve farci perdere di vista la violenza mafiosa e criminale, agguerrita e tracotante, che - con modalità intollerabili - continua a sfidare lo Stato nel nostro Paese. Se ne parla poco, si è come distratti dall'altro grande pericolo  ed è un gran male. Alla vigilia dell'anniversario di Capaci, Cosa nostra è tornata a uccidere a Palermo, liquidando con due colpi di pistola alla testa un boss che girava tranquillo in bicicletta. Altrettanto grave, se non di più per il contesto e per la nuova scia di violenza che rischia di generare, il duplice delitto di mercoledì a San Severo, nel foggiano: in pieno giorno, in centro, accanto a un mercato rionale affollato di consumatori, con raffiche di mitraglietta sono stati uccisi nella loro profumeria in due, marito e moglie, entrambi con precedenti per traffico di droga ( lui anche per associazione mafiosa), genitori di un giovane in carcere dall'anno scorso con l'accusa dell'omicidio di un coetaneo.
Vendetta o regolamento di conti, ce n'è abbastanza per temere ulteriori spargimenti di sangue, ancora tensione e nuova paura tra i cittadini, in una realtà - e qui ci concentriamo sul foggiano - che da anni subisce fatti criminali gravissimi che incredibilmente quasi mai fanno davvero notizia né - soprattutto- ottengono adeguata risposta da parte dello stato.
Sempre a San Severo, soltanto la settimana scorsa erano state fatte saltare in aria, in due attentati separati, a distanza di giorni, le auto di altrettanti imprenditori parcheggiate sotto le loro abitazioni. La 'società foggiana', gli investigatori conoscono bene questa criminalità organizzata, poco descritta dai media ma straordinariamente pericolosa: dopo anni di rapine, furti, incendi, intimidazioni, lo scorso 22 febbraio sempre a San Severo c'erano state tre rapine in soli dieci minuti.
Esasperato, in questo clima invivibile, con i cittadini terrorizzati e sfiduciati, a febbraio il sindaco Francesco Miglio si è messo a fare lo sciopero della fame: una clamorosa protesta contro le istituzioni statali incapaci di dare la giusta risposta alla criminalità, anzitutto incrementando uomini e mezzi delle forze di polizia. Convocato a Roma dal neoministro dell'interno Minniti, avute le rassicurazioni invocate, dopo quattro giorni Miglio ha sospeso lo sciopero.
Per tutta risposta, i criminali sono tornati a sfidare le istituzioni, tirando colpi di pistola contro il parabrezza di uno dei blindati della polizia appena arrivati da Roma. Tuttavia, nei giorni successivi , le azioni di repressione intensificate e un maggior controllo del territorio avevano rapidamente ridimensionato le attività criminose a San Severo. Peccato però che l'atteso reparto anticrimine non è mai arrivato mentre, dopo pochi mesi, i ranghi degli agenti sul territorio si sono nuovamente ridotti. Risultato: il nuovo, sfrontato rialzare la testa dei malavitosi. Mentre ha chiesto un nuovo incontro urgente con il ministro Minniti, per ottenere almeno l'atteso reparto anticrimine, il sindaco Miglio non ha nascosto il suo stato d'animo: si è detto incredulo, scosso, aggiungendo che per l'efferatezza e la sfrontatezza del doppio regolamento di conti dell'altro giorno, oltre che preoccupato si sente sconvolto. E noi con lui. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Segre: parliamo d'amore, lasciamo odio agli anonimi da tastiera

Segre: parliamo d'amore, lasciamo odio agli anonimi da tastiera

Milano, 10 dic. (askanews) - "Siamo qui per parlare d'amore e non di odio. Lasciamo l'odio agli anonimi della tastiera". Questo uno dei passaggi del discorso di Liliana Segre in piazza della Scala a Milano, dove si è conclusa la manifestazione dei sindaci contro l'odio. "Insieme - ha detto - guardiamoci da amici, anche se ci incontriamo solo per un attimo. La poesia "Agli amici" di Primo Levi, ...

 
Segre: l'odio si combatte tenendo viva la memoria

Segre: l'odio si combatte tenendo viva la memoria

Milano, 10 dic. (askanews) - "Quando ho trovato la forza di raccontare guardavo e guardo ai giovani e spero molto in loro, forse future candele della memoria. L'odio si combatte tenendo viva la memoria. E' nell'oblio della nostra storia che passa il messaggio dell'indifferenza. Stasera non c'è indifferenza, ma un'atmosfera di festa, cancelliamo le parole odio e insofferenza per una società fatta ...

 
Santa Madre Teresa di Calcutta, quarant'anni fa la consegna del Premio Nobel per la pace Il video
L'anniversario

Video Santa Madre Teresa di Calcutta, quarant'anni fa la consegna del Premio Nobel per la pace

Esattamente quarant'anni fa Madre Teresa di Calcutta ottenne il Premio Nobel per la Pace. Era il 10 dicembre del 1979, infatti, quando Anjezë Gonxhe Bojaxhiu (questo il suo nome) ritirò ad Oslo quello che può essere considerato il riconoscimento più importante del mondo. Tra le motivazioni fu specificato il suo grande impegno per i poveri tra i poveri e il suo rispetto per il valore e la dignità ...

 
La strage di Piazza Fontana raccontata su Rai 1 in "Io ricordo"

La strage di Piazza Fontana raccontata su Rai 1 in "Io ricordo"

Milano, 10 dic. (askanews) - La strage di Piazza Fontana raccontata dal punto di vista dei familiari delle vittime che oltre alla perdita non hanno avuto una verità giudiziaria. E' questo il difficile compito di "Io ricordo" la docufiction in onda su Rai1 in prima serata il 12 dicembre in occasione dei 50 anni da quei tragici eventi come racconta il regista Francesco Miccichè: "La strage di ...

 
Samanta Togni si sposa: tutti gli ex fidanzati e chi è la bella ballerina

Verso il matrimonio

Samanta Togni si sposa: tutti gli ex fidanzati e chi è la bella ballerina

Samanta Togni si sposa con Mario Russo (LEGGI qui). La ballerina umbra è una delle big di Ballando con le Stelle dal 2005, maestra adorata alla quale sono stati attribuiti, ...

10.12.2019

Gravissimo lutto per il cantante Al Bano

L'addio

Gravissimo lutto per il cantante Al Bano

Un grave lutto ha colpito il cantante Al Bano Carrisi. E' morta a Cellino San Marco, la mamma Jolanda. La madre di Al Bano aveva 96 anni. A dare la notizia è stato stato il ...

10.12.2019

Samanta Togni, big di Ballando con le stelle, sposa il chirurgo Mario Russo: ci sono le pubblicazioni

Matrimonio

Samanta Togni, big di Ballando con le stelle, sposa il chirurgo Mario Russo: ci sono le pubblicazioni

Samanta Togni si sposa. Dalle dichiarazioni degli scorsi mesi su un suo matrimonio a metà febbraio, all'ufficialità di oggi. Ci sono infatti le pubblicazioni, affisse da ...

10.12.2019