michele cucuzza bianco e nero

Musica colta: patrimonio sottovalutato

24.03.2017 - 11:29

0

Chi sono i grandi della musica colta contemporanea? Philip Glass, Georg Friederich Haas, direste. Come al solito, anche in questa ristretta cerchia c’è almeno un italiano, all’estero già considerato una figura di primissimo piano: Tiziano Bedetti, quarantenne di Rovigo, pianista, compositore, concertista premiato in Italia e all’estero. Il 17 giugno sarà di scena, con Olga Aru, coreografa ucraina, prima ballerina del Moscow Ballet, allo storico Palace theatre di Lockport, nello stato di New York, con un balletto eseguito dalla “Dyan Muleveys dance academy”. Seguiranno diverse altre tappe americane, i festival e i video per le tv: l’approdo in Italia, l’anno prossimo. Uno spettacolo neobarocco, con forme della danza classica, le note diffuse da fisarmoniche e pianoforte a quattro mani, con al centro il tema di Venezia come città ideale: “lo stile” spiega il maestro “è quello della ‘ciaccona’, una forma di danza in auge nel a cavallo fra ’500 e ’600, con musica molto ritmica e variazioni sopra un basso tematico”. Per un compositore veneto, il rapporto con la città della laguna è inscindibile: “abito ad Adria, a 60 km da Venezia, dove insegno al conservatorio. A palazzo Zenobio, quasi 20 anni fa, ho presentato il mio primo disco, Phoenix classics. Venezia è magica, con i suoi canali e i palazzi storici che vi si riflettono: ritratta dai più grandi pittori per secoli, è il luogo fatidico degli incontri, delle mille culture, della sperimentazione, degli scambi. Il mio maestro, Bruno Coltro, ha accompagnato qui Igor Stravinsky a rappresentare la sua prima del Canticum sacrum”'. Perché questo debutto negli Stati Uniti? “Come testimonianza di livello del made in Italy. E poi perché si tratta di un progetto globale, aperto alla cultura internazionale, a tutte le suggestioni, che corrisponde in pieno alla mia vocazione all'incontro con gli altri”. In Italia che spazio c’è per la musica colta? “Nel mio caso tutto è cominciato con il pianoforte che mi sono trovato in casa da bambino. Dopo il conservatorio ad Adria, altri diplomi all’accademia di Siena e a Santa Cecilia. Ai grandi classici, da Beethoven a Mozart, affiancavo la passione per generi diversi, jazz, rock, etnica, interessi senza frontiere né paletti. La mia musica è stata divulgata nelle sale da concerto, i luoghi tipici per gli appassionati di musica classica frequentati anche da interpreti che presentano composizioni nuove: poco seguiti dai media, raccolgono tantissimi giovani appassionati che amano i ponti tra la musica classica del passato e il mondo, i gusti di oggi. Un genere che meriterebbe riconoscimenti maggiori e non i tagli adottati dal Fondo dello spettacolo, nel sostegno a festival, associazioni, istituti di cultura all’estero. Budget ridotti, intoppi burocratici che sommati alla crisi economica generale determinano un’attenzione distratta da parte di comuni e istituzioni, malgrado la volontà di sempre diverse associazioni di programmare la nuova musica classica: si privilegiano pochi nomi, chi ha già successo, e si trascura chi fa nuova sperimentazione: un nome per tutti, Giovanni Sollima, violoncellista palermitano”. In un’epoca molto televisiva, con i ritmi frenetici del consumismo on line, si riesce ad avere soddisfazione? “Il balletto coinvolge sempre molto. D’altra parte, come diceva Carl Orff, il compositore dei Carmina burana, la musica si rinnova attraverso la danza. Dalla polonaise fino alla disco, direi”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Oltre 500 bambini delle contrade di Siena sfilano con Babbo Natale
L'INIZIATIVA

Oltre 500 bambini delle contrade sfilano con Babbo Natale VIDEO

Oltre 500 bambini delle 17 contrade di Siena hanno sfilato questa mattina, 15 dicembre 2019, nel Corso della città. Ad aprire il corteo Babbo Natale sopra ad un calesse e dietro i tanti "cittini" delle sezioni Piccoli con i fazzoletti e il dono da allestire nel grande albero di Natale all'interno del Cortile del Podestà. Presente anche il rettore del Magistrato delle Contrade, Claudio Rossi. ...

 
Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti
Televisione

Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti

Durante la puntata finale di Tu si que vales, il programma Mediaset del sabato sera di Canale 5, ha fatto piangere Belen Rodriguez e Gerry Scotti. E probabilmente anche molti telespettatori non sono riusciti a trattenere le lacrime davanti all'esibizione e alla storia di Gabriele Andriulli, il concorrente a cui poi la giuria composta da Maria De Filippi, Teo Mammucari, Rudy Zerbi e lo stesso ...

 
Siena, dopo il cinghiale altri animali selvatici in aree abitate.  Il video di due giovani caprioli
Il caso

Dopo il cinghiale altri animali selvatici in aree abitate. Il video di due giovani caprioli

Due giovani caprioli a passeggio nella Strada del Mandorlo, poco fuori il centro storico di Siena. A riprenderli è stata una coppia senese che poi ha postato il filmato fu Facebook. I due caprioli, molto giovani, non sono affatto spaventati dalla presenza delle persone. Ormai accade sempre più spesso che gli animali selvatici si avvicinino ai centri abitati, ed anche al cuore della città. E' di ...

 
Siena illumina il palazzo pubblico con le luci del videomapping, pubblico entusiasta in piazza del Campo
Siena

Pubblico entusiasta in piazza del Campo
per le proiezioni in 3D sul palazzo pubblico

Grande successo per lo spettacolo di luci del videomapping che trasforma il palazzo pubblico di Siena in uno schermo magico che sabato 14 dicembre, alla "prima" assoluta, ha introdotto il numeroso pubblico, presente in piazza del Campo, in un mondo incantato fatto di colori, montagne, suoni, un trenino, pupazzi di neve e, ovviamente l'immancabile saluto di Babbo Natale. Il tutto fa parte delle ...

 
Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti

Televisione

Tu si que vales, il campione in carrozzina Gabriele Andriulli vince il premio Tim e fa piangere tutti

Durante la puntata finale di Tu si que vales, il programma Mediaset del sabato sera di Canale 5, ha fatto piangere Belen Rodriguez e Gerry Scotti. E probabilmente anche molti ...

15.12.2019

Il Collegio 4, Mariana Aresta cacciata di casa dal padre perché gay

personaggi tv

Il Collegio 4, Mariana Aresta cacciata di casa dal padre perché gay

I giorni felici e spensierati che l'hanno vista protagonista nella quarta edizione del "Il Collegio" sono ormai solo un lontano ricordo per Mariana Aresta, che sul proprio ...

15.12.2019

Video Enrica Musto, bella e bravissima. Sogni, idoli e amicizie della vincitrice di Tu si que vales

Televisione

Enrica, bravissima e bella. Sogni, idoli e amici della vincitrice di Tu si que vales

Si chiama Enrica Musto, ha 21 anni, studia canto lirico da quando ne aveva 12. E' la vincitrice dell'edizione 2019 di Tu si que vales, show Mediaset in onda su Canale 5, ...

15.12.2019