Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Mps, Cassazione conferma condanna per operazione Santorini: l'ex dg Antonio Vigni deve risarcire 50 milioni

  • a
  • a
  • a

Banca Mps, la Cassazione conferma in sede civile la condanna per l'operazione Santorini dell'ex direttore generale del Monte dei Paschi di SienaAntonio Vigni, dovrà pagare all'istituto bancario 50 milioni di euro per "responsabilità di mala gestio ai danni del patrimonio sociale" commessa "nell'esercizio delle sue funzioni". Il riferimento è ad una serie di operazioni considerate molto rischiose e facenti parti del complesso Santorini. Operazioni che furono effettuate tra il 2008 e il 2012 per cercare di coprire le perdite legate all'acquisizione di Banca Antonveneta e che secondo i giudici era chiaro che avrebbero danneggiato l'istituto di credito. Così sostiene il verdetto della Terza sezione civile. Un fascicolo di 47 pagine che sono state depositate oggi, 22 giugno, relative all'udienza del 2 dicembre.

La Suprema Corte (presidente Adelaide Amendola) ha respinto i ricorsi presentati dalla difesa di Vigni contro la condanna a dover risarcire Rocca Salimbeni che era stata emessa dalla Corte d'Appello di Firenze a gennaio 2018. L'ex direttore generale, secondo i giudici, non comunicò al cda "le operazioni Santorini, come sarebbe stato doveroso, in ragione della rilevanza che avevano". Non solo: non le avrebbe nemmeno appostate in maniera corretta nel bilancio 2008. Quelle operazioni si rivelarono poi rovinose per Banca Mps. Secondo i giudici Vigni omise le comunicazioni anche perché avrebbero avuto una "incidenza negativa anche sul suo bonus annuale e sui dividendi".

La perdita complessiva fu di 438 milioni, al quale ne vanno aggiunti altri 70. In primo grado la condanna di risarcimento era stata ben più dura, pari a 244 milioni di euro. In appello si tenne conto della risoluzione amichevole dei contratti a cui partecipò anche Deutsche Bank. La giustizia civile è arrivata al capolinea prima di quella penale il cui primo grado si è concluso a novembre a Milano. Vigni è stato condannato a sette anni e tre mesi, l'ex presidente di Banca Monte dei Paschi, Giuseppe Mussari, a sette anni e sei mesi, mentre l'ex direttore finanziario, Gian Luca Baldassarri, a quattro anni e otto mesi.