Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aria di Palio a Pian delle Fornaci

Riccardo Pagliantini
  • a
  • a
  • a

L'ippodromo Marco Paganini è tornato per un giorno ai fasti di tanti anni fa, quando le corse richiamavano a Pian delle Fornaci tantissimi senesi, complice la bellissima giornata e un programma particolarmente nutrito, con batterie sia al mattino, che nel pomeriggio di domenica 24 marzo. Guarda le altre foto.    Servizio completo nell'edizione del Corriere di Siena di lunedì 25 marzo.  Tante le dirigenze presenti in questo anticipo di Palio ed anche molti spettatori provenienti da altre città dove si corrono Palii. Tanti i cavalli iscritti, ma la pista del galoppatoio è stata scelta per mettere alla prova soprattutto i cavalli giovani e quelli nuovi. Solo una parte saranno comunque destinati al circuito senese, mentre la gran parte è destinata ad altri Palii. E' mancata quindi l'opportunità di valutare le condizioni di quei soggetti sui quali poi si punterà per la scelta dei dieci da mandare al canape, ma agli occhi degli esperti non sono sfuggite le qualità di due soggetti: Virtù Senesi che ha vinto la quarta corsa con Andrea Sanna, e un bellissimo Thiago Baio che ha già fatto parte del protocollo. Presenti tutti i fantini, dai big ai più giovani, vogliosi questi ultimi di mettersi in mostra. Ma non si sono tirati indietro neppure i big, con Gigi Bruschelli a cavallo nella quinta corsa, Brio che ha montato solo nella prima corsa, Zedde, e poi Ricceri, a Siena per far vedere che nel Palio non ci si può dimenticare di lui. Protagonista della giornata è stato senza dubbio Dino Pes detto Velluto che ha vinto tre corse. Velluto ha riportato il successo nelle prime due corse del mattino con due purosangue: Bullet e Abanero. Nel pomeriggio c'è stato poi la vittoria con Vanadio da Clodia dopo una bellissima rimonta.