Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morte di Sciarra dopo le dimissioni dalle Scotte, la famiglia chiede "verità e giustizia"

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

La morte per infarto di Gianfranco Sciarra, 63 anni, avvenuta nel novembre 2015 poco dopo le dimissioni dall'ospedale le Scotte di Siena, sono entrate nel vivo del processo. Unico imputato il medico che operò l'ex leader senese dei Verdi ed ex dirigente della Usl7. Venerdì 15 marzo 2019, nell'aula del Tribunale di Siena sono stati ascoltati la moglie di Sciarra, Sandra Parentini ed il fratello Claudio. Entrambi hanno raccontato sia i momenti prima dell'operazione di angioplastica sia quelli immediatamente successivi. In particolare i valori post operatori dell'uomo che erano altissimi e sballati: “I medici ci chiesero se Gianfranco soffrisse di emorroidi” hanno sottolineato i familiari durante l'udienza davanti al giudice Chiara Minerva. L'accusa, sostenuta dal pm Nicola Marini, è convinta che Sciarra non dovesse essere dimesso in tempi brevi e che quella morte poteva essere evitata. Il servizio completo di Andrea Bianchi Sugarelli sul Corriere di Siena in edicola il 16 marzo 2019