Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Sei il figlio di Bettarini, ti uccidiamo"

Niccolò  Bettarini

Riccardo Pagliantini
  • a
  • a
  • a

“Ti ho riconosciuto, sei il figlio di Bettarini, ti ammazziamo”. Sarebbe questo il motivo della violenta aggressione subita da Niccolò Bettarini alle 5 di domenica mattina all'esterno della discoteca Old Fashion di Milano. La colpa insomma del diciannovenne è quella di essere il figlio dell'ex calciatore Stefano e della conduttrice tv Simona Ventura. Ne è convinto il pubblico ministero milanese Elio Ramondini dopo una prima ricostruzione su quanto accaduto. Non solo quindi una brutta rissa in cui Bettarini era stato ferito quasi per caso mentre difendeva un amico. Niccolò, una volta bloccato, è stato colpito con numerose testate, pugni, calci, e con otto coltellate sferrate con una lama da 20 centimetri. Il branco, quattro persone sono già state fermate, non si fermano nemmeno quando cade a terra dove viene ancora colpito con calci anche in faccia nonostante la sua fidanzata si getti coraggiosamente su di lui per proteggerlo con il suo corpo. Viene colpita anche lei con calci e pugni in faccia che la feriscono in modo non grave. Per il pm Ramondini l'aggressione al giovane è stato un chiaro tentativo di omicidio, aggravato da motivi “abietti e futili quali essere il figlio di Bettarini”.