Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tratteneva l'imposta di soggiorno, arriva la condanna

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Grazie all'azione del nucleo di polizia giudiziaria della Polizia municipale di Siena, è stata individuata una struttura ricettiva che ha evaso il versamento dell'imposta di soggiorno dal 2012 al 2015, per un importo complessivo di circa 30mila euro, comprensivi degli interessi legali. E' stata la Procura regionale della Corte dei Conti della Toscana a condannare gli evasori in quanto oltre al mancato versamento di quanto incassato dai turisti che hanno soggiornato presso la struttura si è registrato il danno erariale contro un ente pubblico. La sanzione è stata di 30mila euro con interessi a cui l'imprenditore ricorrerà in appello. Oltre al danno, questi comportamenti rischiano anche di danneggiare l'immagine della grande maggioranza degli operatori turistici che invece lavorano con professionalità e pieno rispetto delle regole. In accordo con le associazioni di categoria, prosegue l'impegno degli uffici comunali nel censire le locazioni turistiche brevi, anche sulla scorta delle recenti novità normative. Entro il mese di marzo saranno resi noti i dati statistici relativi all'anno 2017, sia per Siena che per i Comuni della provincia, che evidenziano una crescita notevole sia delle presenze che degli arrivi.