Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finge rapina, denunciata una donna

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Non aveva i soldi per pagare la sua quota d'affitto, così una donna di 32 anni residente a Montalcino ha deciso di simulare una rapina nella sua abitazione. Ma dagli indizi raccolti i carabinieri della locale stazione hanno scoperto subito la messinscena e l'hanno così denunciata per simulazione di reato.  Cosa è successo Ai carabinieri la donna ha raccontato che dopo aver prelevato dei contanti dal bancomat è stata colpita alle spalle da alcuni sconosciuti ed è quindi caduta perdendo i sensi. Una volta risvegliatasi avrebbe scoperto di essere stata derubata del portafoglio contenente il denaro prelevato. Ma dalle verifiche compiute sulle telecamere esterne della zona, le immagini rivelavano che nessun sconosciuto fosse transitato in prossimità dell'abitazione della 32enne. Inoltre i militari hanno scoperto che presso il bancomat citato dalla donna, quella mattina non erano stati effettuati prelievi. Successivamente le analisi mediche dell'ospedale evidenziavano che la 32enne non aveva subito nessuna lesione, né alla testa né in altre parti del corpo. Chiusura del cerchio Posta di fronte a questi dati di fatto la donna ha cambiato subito versione, asserendo che il denaro non era stato prelevato al bancomat, ma le sarebbe stato prestato da un'amica che, successivamente interpellata e ascoltata a verbale, negava di averle prestato dei soldi. Da un successivo sopralluogo dei carabinieri nell'abitazione della presunta vittima è stato subito constatato che la  casa non fosse stata messa a soqquadro dai fantomatici malfattori e come gli oggetti in oro non fossero stati sottratti, ma lasciati all'interno del portagioie in camera da letto. La messa in scena messa in piedi dalla donna sarebbe riconducibile alla necessità di poter giustificare col convivente l'assenza del denaro necessario per pagare la propria parte dell'affitto di marzo.