Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Processo Enoteca Millevini: tutti assolti

Un momento del processo, si riconoscono Alberto e Antonio Degortes

Andrea Bianchi Sugarelli
  • a
  • a
  • a

Tutti assolti "perché il fatto non sussiste" al Processo Millevini. Lo ha deciso il giudice Gianluca Massaro nell'aula al primo piano del tribunale di Siena. Dopo tre anni dal blitz della Guardia di finanza all'Enoteca italiana e nelle abitazioni degli indagati, gli imprenditori Antonio ed Alberto Degortes, Giada Miniscalco, l'ex presidente dell'Enoteca Claudio Galletti e l'ex direttore Fabio Carlesi sono stati scagionati da tutte le accuse nonostante il pubblico ministero Antonino Nastasi, oltre a presentare una memoria d'accusa pesantissima, avesse chiesto la condanna degli stessi Galletti e Carlesi (per falso ideologico e turbativa d'asta) e Antonio Degortes (turbativa d'asta con Alberto Degortes e Giada Miniscalco - per quest'ultimi due è stata chiesta l'assoluzione). Si chiude dopo tre anni una vicenda singolare che scateno' una morbosa gogna mediatica, addirittura a livello nazionale, per fatti mai avvenuti. Lapidario Antonio Degortes: "Finalmente abbiamo avuto giustizia. Ne ero certo, ma adesso da assolto andrò a prendere la residenza all'estero perché non voglio più pagare le tasse in questo Paese dove si buttano via i soldi pubblici per processi come questo". Andrea Bianchi Sugarelli