Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cavalli truccati, Costa: "Completamente estraneo"

Gigi Bruschelli con Osvaldo Costa

Andrea Bianchi Sugarelli
  • a
  • a
  • a

Una città attonita e preoccupata. E' questa la fotografia di Siena che per tutto il giorno, soprattutto attraverso i socialnetwork, ha dibattuto sull'indagine che ha coinvolto il fantino Luigi Bruschelli, detto Trecciolino, e il cavallaio Osvaldo Costa con le accuse di falso e maltrattamento di animali. Secondo l'accusa della procura della Repubblica di Siena, sarebbero stati sostituiti i microchip identificativi di 3 cavalli purosangue inglesi con quelli di anglo-arabi mezzosangue. Uno degli indagati, Osvaldo Costa, attraverso l'avvocato Andrea Manetti ha voluto precisare di non essere il proprietario dei tre cavalli (la notizia era stata riportata in un lancio dell'agenzia Ansa, ndr), "ma risulta comproprietario di un solo cavallo (Romantico Baio) insieme ad altri due soci". Costa, sempre attraverso il suo legale, ha precisato con questa nota che il Corriere di Siena pubblica in anteprima: "Il suddetto cavallo è stato acquistato presso la scuderia di Luigi Bruschelli in data 1 febbraio 2014 e presentato come cavallo anglo-arabo mezzosangue, nato in Sardegna di nome Romantico Baio, come indicato nel libretto segnaletico. Il signor Costa figura formalmente proprietario nel libretto segnaletico Unire, che prevede l'indicazione di un solo nominativo ma in realtà, come detto, è comproprietario del cavallo insieme ad altri due soci". Il popolare cavallaio senese, insieme ai due colleghi, prendono le distanze in modo forte da tutta la vicenda: "I tre soci - scrive l'avvocato Manetti - sono venuti a conoscenza con loro meraviglia che il cavallo Romantico Baio acquistato nel febbraio 2014 era stato sostituito con un purosangue dalla notifica  degli atti da parte del Corpo forestale di Siena in data 9 luglio 2015. Pertanto il signor Osvaldo Costa è completamente estraneo alla vicenda ed è la prima volta che si trova coinvolto in una situazione di questo genere. Il signor Costa è più di trent'anni che è proprietario di cavalli, dal 1982 acquista cavalli, dal 1983 partecipa al Palio di Siena e allo scorso Palio di luglio era presente con due cavalli, Mississippi e Roba e Macos". Anche il fantino Luigi Bruschelli ha già nominato il suo avvocato di fiducia per difendersi dalle accuse, ma per il momento preferisce non rilasciare dichiarazioni. A difendere Trecciolino sarà Enrico De Martino. Andrea Bianchi Sugarelli