Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Botte alla convivente, ma lei non ha il coraggio di denunciarlo

default_image

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

E' stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. Ha trascorso la notte in camera di sicurezza presso la caserma dei carabinieri a Colle Val d'Elsa poi è tornato in libertà. Protagonista della nottata turbolenta è un giovane di 26 anni, residente a Colle, che ha preso a botte la compagna. Il fatto risale alla tarda serata di lunedì 6 ottobre quando il giovane si è accanito contro la convivente, di un anno più giovane. Un litigio furioso, poi le botte. Sono stati i vicini di casa a dare l'allarme dopo aver sentito le urla che provenivano dall'appartamento che i due condividono. I militari dell'Arma colligiani sono prontamente intervenuti e hanno subito cercato di togliere la donna dalle grinfie del compagno. Ma questi, indispettito alla vista dei carabinieri, ha cercato di impedire l'accesso alle forze dell'ordine insistendo con un atteggiamento aggressivo. La donna non ha avuto il coraggio di sporgere denuncia e ha rifiutato le cure mediche. Non è la prima volta che il ragazzo alza le mani, un anno fa si rese nuovamente protagonista di un episodio simile finendo ancora nei guai per maltrattamenti.