Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lavoratore rumeno minacciato col fucile dal titolare

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Sono bastate poche parole in un italiano stentato per far capire ai carabinieri che non si trattava di uno scherzo. L'allarme è scattato quando nella sala operativa del 112 di Montalcino arriva una richiesta di aiuto da parte di un cittadino rumeno. Per capire meglio di cosa si trattasse i militari hanno attivato un interprete grazie al quale il quadro della situazione è stato più chiaro. Un ragazzo di 21 anni sostiene di essere trattenuto sotto la minaccia di un fucile all'interno di un'azienda agricola. I carabinieri si organizzano e si preparano per l'irruzione che viene portata a termine. All'interno dell'azienda agricola trovano il ragazzo che pur libero di muoversi spiega ai militari di essere stato minacciato dal titolare, il quale per costringerlo a rimanere, gli avrebbe sottratto i documenti. In casa dell'agricoltore sono stati trovati i documenti del ragazzo e alcune armi detenute legalmente. Il titolare è stato denunciato dai carabinieri per minacce aggravate e gli sono state sequestrate le armi. Il giovane rumeno invece, al quale sono stati restituiti i documenti, si è allontanato.