Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gruppo Nannini acquista anche Le Giubbe Rosse

Andrea Bianchi
  • a
  • a
  • a

Dopo tre aste andate deserte “si riaccende una luce” per lo storico Caffè Letterario Giubbe Rosse. Ne dà notizia il sindacato Filcams Cgil Firenze il quale annuncia che sarà “protagonista del rilancio del locale insieme ai lavoratori”.  A frequentare le Giubbe Rosse anche alcuni senesi tra cui il pittore Mino Maccari e l'intellettuale Gio Batta (Giovan Battista) Sugarelli, personaggio eclettico nato a Murlo amico di Soffici che con Papini, Bonsanti, Carocci, Bigongiari ed altri si ritrovavano al mitico Caffè aperto oltre un secolo fa. Il gruppo Nannini si sta espandendo diventando punto di riferimento anche dell'economia Toscana dopo l'importante progetto di rilancio targato Sielna (la società di Igor Bidilo, magnate kazako). A Firenze Nannini aveva già preso lo storico caffè Scudieri di piazza Duomo per il suo importante rilancio.  Ad approfondire l'argomento Il Sole 24 Ore nell'edizione Toscana: “Proprio attraverso Scudieri - è scritto - si è aggiudicato all'asta il caffè Giubbe Rosse di piazza della Repubblica. In meno di un anno Sielna, sotto la guida dei manager Cataldo Staffieri e Maxim Constantin, ha prima acquisito il gruppo Nannini, storico marchio dell'industria dolciaria senese, con un piano di investimenti da 70 milioni di euro complessivi e altri locali a Siena, per poi sbarcare a Firenze prima con Scudieri e poi con la gestione della caffetteria di Palazzo Pitti, mentre a Milano ha rilevato il ristorante Valentino Vintage. Nei mesi scorsi era stato ipotizzato anche un interessamento per Pernigotti, ma fin qui le voci non hanno trovato un seguito”.