Malagò: "Ripartenza Serie A? C'è egoismo da parte di tutti i presidenti" 

Malagò: "Ripartenza Serie A? C'è egoismo da parte di tutti i presidenti" 

22.05.2020 - 11:45

0

"C'è egoismo da parte di tutti i presidenti dei Serie A sul fatto di voler giocare o no? Si, tutti hanno in qualche modo un condizionamento da una posizione di classifica, non mi sento di dire che ci sono buoni e cattivi. Questo forse è nella natura umana che ci possono essere delle spinte, in virtù anche del fatto che nel momento in cui si è fermato tutto uno era ad un punto dalla retrocessione o dallo scudetto". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a Radio Incontro Olympia, sui presidenti della Serie A e le differenti vedute sulla ripartenza del campionato.  

"Playoff e playout come piano B del calcio? Non si può pensare che o il campionato parte e finisce oppure non so cosa succede. O tutto o niente. Questa - continua Malagò - è la mia idea del tutto personale. In Italia ci sono circa 15 sport di squadra, dalla pallamano al football americano, dalla pallacanestro al pattinaggio a rotelle, dal rugby al calcio. 14 su 15 hanno fermato i campionati, 14 su 15 non hanno assegnato lo scudetto, 14 su 15 non hanno dato le retrocessioni. Cito la situazione quale è. E' rimasto il calcio perché è diverso, va bene, perché muove tanti interessi. Io mi permetto di dire che anche la Virtus Bologna di basket avrebbe voluto vincere il campionato o la Pro Recco nella pallanuoto". 

"Io penso che c'è un rischio piccolo o grande che il campionato o non ricominci, anche se ormai si sono create tutte le condizioni da protocollo che ricominci, ma ci può essere la possibilità che non finisca. A differenza di tanti paesi, a cominciare dalla Germania, che ha già messo in sicurezza il sistema, ha già fatto l'accordo con le televisioni, da noi non c'è assolutamente nulla", ha sottolineato Malagò. "Allora ho detto facciamo un piano B, poi sta alla federazione dire se giochiamo fino ad ottobre o si fanno playoff o playout. Normalmente se scegli una strada non puoi dire facciamo prima questo e poi l'altro, non è elegantissimo. E' giusto che la Roma rientri con i playoff nella lotta scudetto? Ma certo che no. Ma lo deve dire la federazione e il consiglio Federale", ha aggiunto il presidente del Coni. 

Quanto rimpianto c'è nelle Olimpiadi a Roma? "Credo in tutto questo periodo di essermi comportato in modo assolutamente rispettoso, ma - continua il numero uno del Coni, che torna sulla mancata occasione dei Giochi olimpici a Roma - ho sempre sostenuto la tesi che è una ferita che si è cicatrizzata ma sta lì rimangono i segni, e resta per tutta la vita perché si è persa una occasione clamorosa. Per i romani non ci sarebbe stato un euro di aggravio di costi". 

"Le Olimpiadi estive - continua Malagò - avrebbero risolto anche i problemi degli stadi di calcio. Per sistemare gli stadi in un paese, si passa sempre e solo da una regola, una manifestazione internazionale, campionati del mondo, europei o olimpiadi estive. Prendendo le Olimpiadi a Roma, avevamo già visto le 10 città dove era previsto un intervento sugli stadi che dovevano rispettare le regole del gioco, ma c'era l'accelerazione della burocrazia e della tempistica", ha proseguito. 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Hong Kong simbolo del rapporto sui diritti umani di Amnesty 2019

Hong Kong simbolo del rapporto sui diritti umani di Amnesty 2019

Roma, 4 giu. (askanews) - Il 2019 è stato un anno di straordinario attivismo di piazza e di un'altrettanta intensa repressione. Dal Cile all'Iran, da Hong Kong all'Iraq, dall'Egitto all'Ecuador, dal Sudan al Libano una moltitudine di persone, soprattutto giovani, si sono messe di traverso alle politiche ingiuste dei loro governi, andando incontro a violente repressioni. È il quadro delineato dal ...

 
Sulle "Montagne russe" con la musica del rapper Random

Sulle "Montagne russe" con la musica del rapper Random

Milano, 4 giu. (askanews) - Giovanissimo ma determinato, il rapper italiano Random, classe 2001, conta circa 100 milioni di stream su Spotify e oltre 30 milioni di visualizzazioni su Youtube e ora esce con "Montagne russe" il suo primo Ep che contiene il singolo doppio platino "Chiasso". "Montagne russe racchiude un anno di carriera e di emozioni che abbiamo provato. Si chiamo Montagne russe ...

 
Islamisti e rivolte etniche, non c'è fine ai conflitti in Africa

Islamisti e rivolte etniche, non c'è fine ai conflitti in Africa

Roma, 4 giu. (askanews) - L'Africa continua a essere teatro di alcune delle guerre più complesse del mondo e l'obiettivo di liberarla dai prolungati conflitti che hanno segnato anche il 2019 appare ancora lontano. Lo sostiene il rapporto sui diritti umani di Amnesty International 2019-2020, come ci ha spiegato il portavoce in Italia Riccardo Noury: "C'è questo fenomeno che purtroppo è sempre più ...

 
Stasera in tv 4 giugno la quinta stagione di "Che Dio ci aiuti" con Elena Sofia Ricci

TELEVISIONE

Stasera in tv 4 giugno la quinta stagione di "Che Dio ci aiuti" con Elena Sofia Ricci

Stasera in tv 4 giugno prime due puntate della quinta stagione di "Che Dio ci aiuti" (su Rai 1 a partire dalle 21,25) con Elena Sofia Ricci nei panni di suor Angela.  Primo ...

04.06.2020

Stasera in tv 4 giugno "Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno" con Sylvester Stallone

TELEVISIONE

Stasera in tv 4 giugno "Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno" con Sylvester Stallone

Stasera in tv 4 giugno appuntamento con "Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno". Pellicola del 2018, regia di Steven Mille, nel cast anche Sylvester Stallone e Dave Bautista. ...

04.06.2020

Stasera in tv 4 giugno "Alessandro Borghese 4 Ristoranti": a Milano per il miglior brunch

TELEVISIONE

Stasera in tv 4 giugno "Alessandro Borghese 4 Ristoranti": a Milano per il miglior brunch

Stasera in tv 4 giugno va in onda la settima puntata della sesta stagione di "Alessandro Borghese 4 Ristoranti" (Sky Uno ore 21,15). Lo chef romano nato a San Francisco cerca ...

04.06.2020