Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, nuovo forno crematorio: arriva il sì da parte della giunta

Esplora:

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

di Alessandro Lorenzini A Siena passi avanti verso il nuovo forno crematorio al cimitero del Laterino. La giunta comunale ha infatti approvato, all'interno del progetto definitivo a lavori accessori di ristrutturazione di riqualificazione di alcune aree del più grande cimitero comunale, il documento per la realizzazione di un nuovo impianto crematorio. L'intervento rientra nel project financing che coinvolge la società Silve Spa di Firenze, che ha in gestione i cimiteri comunali e a cui spettava per l'appunto il compito di presentare anche un progetto per il nuovo forno crematorio. La vicenda si trascina infatti da diversi anni: il forno attualmente presente al Laterino è in effetti un impianto obsoleto, che in varie occasioni negli anni ha interrotto il servizio per malfunzionamenti e rotture varie e che non risponde più alle esigenze crescenti dei cittadini che scelgono questa forma di esequie. Fra i problemi che si trascinano ormai da anni, infatti, c'è l'impossibilità di sostituire l'attuale impianto, collocato all'interno di un bene ritenuto monumentale, con un forno più grande, moderno ed ecosostenibile. Inoltre in alcune occasioni in passato si è stati costretti a effettuare la cremazione fuori città, servendosi di forni di Firenze, Pisa o Livorno. L'amministrazione comunale ha lavorato assieme alla società di gestione per trovare una nuova collocazione al forno, sul quale ci sono state osservazioni anche da parte dei cittadini residenti in zona: si sono svolti diversi incontri in questo senso e sono state apportate modifiche al progetto per migliorare la collocazione del camino cercando di andare incontro alle istanze presentate. Sul progetto approvato dalla giunta spetta adesso alla conferenza dei servizi dare il parere definitivo per il via ai lavori: saranno dunque coinvolte Regione Toscana, Arpat, Vigili del fuoco e tutte le autorità che ne fanno parte per un'analisi approfondita di tutti gli aspetti relativi al nuovo forno crematorio, compreso l'impatto ambientale e paesaggistico, anche se nel progetto approvato si è tenuto conto anche di questi aspetti. Secondo il progetto il nuovo forno troverà collocazione nella parte più nuova del cimitero.