Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, reddito di cittadinanza: si fa dura la vita dei furbetti. Verso maxi controllo della Guardia di Finanza

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

In provincia di Siena per i furbetti del reddito di cittadinanza aumenta il rischio di essere scoperti. Il comandante della Guardia di finanza, Giuseppe Marra, infatti, ha annunciato nuove verifiche a tappeto in tutto il territorio della provincia. L'obiettivo è scoprire se tra coloro che percepiscono il sussidio statale ce ne sono altri che non ne hanno diritto per aver commesso errori quando hanno depositato gli incartamenti o, peggio, per aver volutamente dichiarato il falso per ottenere il reddito. Il comandante Marra ha annunciato ulteriori e nuovi controlli alla luce del risultato della prima fase delle verifiche che ha permesso di scoprire dieci persone di Siena e dei comuni nella zona sud della provincia, che incassavano i soldi pur essendo sprovviste dei requisiti necessari. I finanzieri hanno confrontato i dati inseriti nelle dichiarazioni Isee presentate dagli utenti con quelli dei loro archivi e con gli elementi forniti dai comuni di residenza dei percettori. L'operazione ha permesso di individuare i dieci soggetti. Ovviamente le fiamme gialle hanno immediatamente segnalato tutti i casi all'Inps per la revoca del sussidio e la restituzione del denaro. Le somme erano al di sotto della soglia di punibilità penale. Ora scatta la seconda fase dei controlli. Mar.Cast.