Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, sottraggono un telefonino alla fermata dell'autobus ma vengono rintracciati dai carabinieri

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Uno studente senese 15enne, mentre si trovava alla fermata dell'autobus in piazza del Sale a Siena, ha prestato il proprio cellulare a una ragazza che glielo aveva chiesto per fare una chiamata urgente. Dopo averlo ottenuto, però, si è dileguata insieme al suo fidanzato approfittando della folla. Al giovane non è restato che andare dai carabinieri, accompagnato dai genitori, per denunciare il fatto. Dalla descrizione della coppia, i militari dell'Arma hanno capito che si trattava di persone già conosciute per altre imprese simili: un 21enne e una sudamericana di poco minorenne. Dopo accertamenti presso le compagnie telefoniche, hanno rintracciato quest'ultima e lei, a sua discolpa, ha esibito la ricevuta di un laboratorio che ripara e vende telefonini di seconda mano, sostenendo di averlo comprato usato. L'esercente, però, ha a sua volta mostrato il documento che attestava l'acquisto dell'apparecchio dai due, convinto che non ci fossero problemi per la provenienza. I fidanzati sono stati denunciati per furto aggravato dall'uso fraudolento, mentre il cellulare è stato restituito al proprietario.