Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, la guardia di finanza scopre il 40% di attività commerciali non in regola con il canone Rai speciale

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Gli “abbonamenti speciali” Rai, destinati a coloro che detengono uno o più apparecchi radiofonici o televisivi in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o, comunque, al fuori dell'ambito familiare (o che li impieghino comunque a scopo di lucro diretto o indiretto) sono oggetto di un attento monitoraggio da parte della guardia di finanza fin dall'inizio dell'anno. In tutta la provincia sono stati effettuati oltre 70 interventi in alberghi, bed & breakfast, bar e ristoranti, e oltre il 40% delle attività setacciate ha omesso il pagamento del tributo. Ora dovrà mettersi prontamente in regola. L'abbonamento speciale è dovuto in relazione alla tipologia di attività esercitata ed è proporzionale alla categoria di appartenenza e agli apparecchi detenuti. Può variare dagli oltre 6000 euro dovuti da un albergo di lusso ai 200 per strutture ricettive con un solo televisore.