Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La gente della Torre esasperata"Spaccio e risse, serve l'esercito"

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Dopo il recente episodio di violenza, l'ennesimo che va ad aggiungersi a quelli che vedono ragazzi, in gran parte minorenni, coinvolti in spaccio, risse, schiamazzi e minacce, i residenti nella contrada della Torre non ne possono più. Dopo aver trascorso notti non facili, la mattina devono anche raccogliere bottiglie rotte, immondizia in ogni angolo, siringhe usate e abbandonate nei giardinetti riservati ai bambini, nel vicolo della Fortuna, spesso infilate negli alberi. "Abbiamo paura - fanno sapere. - Non sappiamo come comportarci per provare a reagire senza correre rischi. Siamo a 10 minuti dalla torre del Mangia e sembra di vivere nel Bronx. Chiediamo una maggiore illuminazione o l'utilizzo di telecamere accese continuamente, ma non ci dispiacerebbe una presenza più massiccia di polizia e carabinieri. Oppure, visto che il Comune aveva stretto un accordo con l'esercito e ha tenuto per un anno e mezzo i militari ad annoiarsi davanti al palazzo Pubblico, perché non li manda a farsi una serie di giri qui?”.