Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena Coronavirus, la Virtus fa una donazione alla terapia intensiva delle Scotte dopo le aste di beneficenza

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Sport e solidarietà viaggiano ancora di pari passo. Il lockdown di oltre due mesi ha in parte compromesso le iniziative della Virtus Siena legate ai festeggiamenti del 70° anno dalla sua fondazione, ma non ha fermato l'asta di maglie benefica, che si è tenuta online, il cui ricavato è stato destinato al policlinico delle Scotte. La società rossoblù ha devoluto 2200 euro alla terapia intensiva, una somma importante dovuta alla generosità di tutti coloro che hanno fatto offerte. La cerimonia di consegna dell'assegno si è tenuta presso il Policlinico: erano presenti il presidente della Virtus Fabio Bruttini, il direttore sportivo Gabriele Voltolini e due giocatori, il capitano Federico Bianchi e Gianmarco Olleia, che hanno consegnato il ricavato nelle mani del direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliera, Maria Silvia Mancini, accompagnata da Federico Franchi, coordinatore dell'area Covid. Una curiosità: l'asta con la battaglia più serrata ha riguardato la maglia della Nazionale maggiore indossata dall'ex virtussino Amedeo Tessitori, che ha raggiunto la cifra record di 210 euro.