Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, "Palio e Olimpiadi sono una festa, giusto che non si facciano": parola dell'azzurro Matteo Betti

Marco Decandia
  • a
  • a
  • a

Matteo Betti è un atleta di caratura internazionale per quanto concerne la scherma paralimpica, ai vertici sia della spada che del fioretto e una delle speranze azzurre per le Paralimpiadi di Tokyo che, al pari delle Olimpiadi, sono state rimandate al prossimo anno a causa dell'emergenza Coronavirus. "I Giochi - spiega il campione senese - sono una festa per il mondo, quindi è giusto che non vengano disputati. Oltretutto, per lo scoppio della pandemia, non abbiamo neanche completato la qualifica. Un discorso analogo si può fare anche per il Palio. Pensare a un anno senza il tufo in piazza mi procura una strana sensazione, ma non sarebbe la stessa cosa senza poterci abbracciare. Per questo, è meglio aspettare momenti migliori. Se venisse contingentato o fatto a porte chiuse, non incarnerebbe più il suo animo più profondo”.