Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus: festa in giardino proibita scoperta dal drone, sanzionati gli organizzatori

Esplora:

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Hanno organizzato una festa in giardino, contando sul fatto che il pezzo di terra privato si trova nascosto dalla strada. Ma non hanno fatto i conti con il controllo effettuato con il drone che ha scoperto la festa proibita e sanzionato gli adulti che l'avevano organizzata, non rispettando le ordinanze per l'emergenza Coronavirus. La scoperta in un giardino privato tra i quartieri dell'Acquacalda e del Petriccio, a Siena. Nel corso della giornata le persone controllate dalla Polizia Municipale sono state 182, altrettante le autocertificazioni acquisite, due le persone sanzionate all'art.4 del Decreto Legge 19/2020. Nessuna infrazione dalle verifiche effettuate in 66 esercizi commerciali, tra supermercati, farmacie e tabaccherie. "I 7 droni, messi a disposizione e guidati, gratuitamente, dal nucleo SAPR Protezione Civile Misericordia di Siena – evidenzia il Comandante Cesare Rinaldi – sono in possesso di tutte le autorizzazioni previste per sorvolare il territorio comunale anche in notturna. Ed è proprio grazie a questo supporto operativo che oggi è stato possibile vigilare in maniera capillare su Scacciapensieri, Taverne d'Arbia, Le Tolfe, Costalpino e Costafabbri. Durante la giornata, a seguito di una segnalazione, la pattuglia dedicata della municipale ha indirizzato il pilota di uno dei droni a controllare una particolare zona della città dove, in un giardino privato tra l'Acquacalda e il Petriccio, è stato rilevato un raggruppamento di 8 persone, tra adulti e bambini e per questo sono scattate le sanzioni". Con il volo in notturna i droni hanno invece controllato tutto il centro storico, i giardini della Lizza e gli Orti dei Tolomei.