Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, lavano la macchina, in giro con la droga o alle terme: altre sette persone denunciate a Siena

Carlo Pellegrino
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, altre sette denunce a Siena. Domenica 15 marzo i carabinieri della stazione di Siena Centro hanno denunciato per inosservanza di un provvedimento dell'autorità un 45enne di Castelnuovo Berardenga, con precedenti denunce a carico. Veniva controllato a Siena in Via di Pescaia, intento a lavare la propria autovettura. A Sovicille, in località Rosia, carabinieri della locale stazione, nell'ambito di un predisposto servizio, hanno denunciato per lo stesso reato un 37enne residente a Montalcino, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine e un coetaneo residente a Roma, di fatto domiciliato a Siena, che si trovavano in quel luogo senza un giustificato motivo. Nel medesimo contesto quest'ultimo, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso due dosi termosigillate in cellophane di cocaina e veniva segnalato alla prefettura di Siena quale assuntore di stupefacenti. A Chiusi i carabinieri hanno denunciato un macedone di 53 anni, residente in Valdichiana e un 68enne residente a Chianciano. Senza giustificato motivo, venivano sorpresi nella mattinata odierna, a seguito di un controllo alla circolazione stradale, alla guida delle proprie autovetture.  Altri due italiani residenti a Civitella Paganico, rispettivamente di 52 e 55 anni, venivano sorpresi dai carabinieri di Monticiano in prossimità delle Terme di Petriolo e conseguentemente identificati e denunciati per gli stessi motivi.