Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena, adesca bambino in chat e lo incontra: uomo agli arresti domiciliari per violenza sessuale

Carlo Pellegrino
  • a
  • a
  • a

Un bambino di 13 anni residente in Valdelsa, dopo un contatto via chat e di un successivo incontro, è stato oggetto di “attenzioni” sessuali da parte di un uomo di 36 anni, pure lui residente in zona. L'indagine aveva avuto inizio pochi giorni prima, quando dai carabinieri di Poggibonsi si era presentato il padre del ragazzino coinvolto in questa triste vicenda con una sua figlia maggiorenne. Hanno detto ai militari di aver trovato nel telefono del ragazzino alcune foto e video che non lasciavano spazio a dubbi, circa la violenza sessuale subita dallo stesso ad opera di un maggiorenne. Nel più stretto riserbo i militari si sono messi a lavoro, ascoltando testimoniante, facendo riscontri, acquisendo video/foto, cercando di comprendere in maniera discreta cosa fosse accaduto. Le risultanze dell'attività d'indagine sono state depositate al pm, con una richiesta di misura cautelare. Ieri è stata eseguita l'ordinanza del gip, nei confronti del responsabile della violenza, per il quale sono stati imposti gli arresti domiciliari in attesa dell'interrogatorio di garanzia. Durante la perquisizione domiciliare sono stati sequestrati alcuni telefoni cellulari, computer e decine di dvd che nei prossimi giorni verranno attentamente analizzati dagli inquirenti.