Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lite tra fratelli Nannini per l'eredità

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Udienza al tribunale civile di Via Camollia, di fronte al giudice Clara Ciofetti, della causa civile intentata da Guido Nannini contro la sorella rocker Gianna, che ha come oggetto l'eredità della mamma Giovanna, scomparsa nel 2004, moglie di Danilo Nannini, industriale.  La guerra dei fratelli Nannini, eredi del marchio dolciario più famoso di Siena in Italia e nel mondo, nasce dalle contestazioni del fratello maggiore Guido, 70 anni, assistito dall'avvocato Vallefuoco di Roma, che reputa alterata la sua quota di legittima, in quanto la madre, in vita, avrebbe donato a Gianna la Certosa di Belriguardo, splendida proprietà immersa nelle colline senesi, dove si produce vino. La richiesta è che sulla base di questa donazione venga fatta una nuova stima e una ricostruzione dell'asse ereditario, per far sì che si riequilibri la sua porzione di legittima. Un'istanza che viene rifiutata dalla difesa di Gianna, assunta dall'avvocato Rizzi del foro di Milano, e anche da Fabio Pisillo, che difende invece l'altro fratello, Alessandro, anch'esso citato nel procedimento.