Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sindaco a Roma con i lavoratori della Whirlpool

Susanna Guarino
  • a
  • a
  • a

Sessantacinque operai, affiancati dai rappresentanti sindacali e anche dal sindaco Luigi De Mossi, sono partiti da Siena per partecipare alla manifestazione nazionale dei lavoratori di Whirlpool. Circa un migliaio il totale dei lavoratori provenienti da tutta Italia, che hanno sventolato bandiere e issato striscioni davanti al Ministero per lo sviluppo economico. Siena è uno degli otto stabilimenti in Italia (oltre a Milano, Cassinetta, Melano, Fabriano, Comunanza, Carinaro e Napoli) : l'azienda di viale Toselli ormai da anni vive una situazione di grande precarietà. La crisi appare ormai endemica: nel 2008 erano impiegati più di seicento operai, per una produzione di congelatori che superava gli 800mila all'anno. Nel 2019 siamo a una media di 320mila congelatori all'anno, meno della metà anche come numero di addetti. Da 8 anni a Siena si lavora a giorni e periodi alterni per la strutturale insaturazione delle linee produttive, coperta dai contratti di solidarietà, con sensibile riduzione della paga mensile.