Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Immigrato cerca la truffa in un bar di Siena: denunciato

Esplora:
default_image

Carlo Pellegrino
  • a
  • a
  • a

Un duplice intervento, in un esercizio pubblico del centro di Siena, nella serata di giovedì 26 settembre, a cura delle volanti della Questura. I poliziotti prima sono intervenuti in un bar, a seguito della segnalazione della titolare che, poco prima, aveva avuto una accesa discussione con un cittadino rumeno all'atto del pagamento di una consumazione.  Gli agenti hanno accertato che l'uomo, un pregiudicato rumeno 45enne, dimorante a Firenze, aveva poco prima cercato di mettere in atto una vera e propria truffa, tentando di raggirare la donna col classico metodo della banconota da “50 euro”. Dopo aver effettuato una consumazione di soli cinque euro, ha estratto dal portafogli una banconota da 50 euro e, nel momento in cui la donna ha cercato di prenderla per effettuare il resto, l'ha distratta porgendole invece la parte eccedente di cinque euro in monete. Nel momento in cui la cassiera ha, quindi, riposto le monete nella cassa, il malfattore ha abilmente fatto sparire la banconota da cinquanta euro, asserendo di avergliela consegnata e pretendendo il resto, mostrando a riprova l'assenza della citata banconota dal suo portafogli. Alle rimostranze della donna che, fortunatamente, non è caduta nel tranello, il rumeno ha anche iniziato ad offenderla sino all'arrivo delle volanti della Polizia che, dopo averlo ricercato, l'hanno rintracciato nelle vicinanze. I poliziotti hanno anche accertato che il truffatore aveva nascosto nella tasca dei pantaloni la banconota da 50 euro, proprio quella che asseriva di aver consegnato e che, in precedenza, lo stesso soggetto aveva tentato un'analoga truffa, sempre nello stesso esercizio pubblico e sempre con la stessa metodologia, questa volta con un altro dipendente. Condotto in Questura per gli accertamenti di rito, l'uomo, nella stessa serata è poi ritornato presso quel bar lamentandosi con la titolare per aver richiesto l'intervento della polizia, arrivando anche a profferire delle pesanti minacce nei suoi confronti. Al termine dell'attività è stato denunciato d è stato sanzionato anche per il suo evidente stato di ubriachezza. Il questore Capuano, inoltre, in considerazione della pericolosità dei suoi comportamenti, ha anche emesso, nei suoi confronti, la misura di prevenzione dell'allontanamento dalla città di Siena per la durata di due anni.